l'Eredità delle donne: parte lo sconfinato cartellone

l'Eredità delle donne: parte lo sconfinato cartellone

Mercoledì 02 Ottobre 2019 Ore 23:55

Firenze– Come potrebbero essere le città se disegnate e immaginate dalle grandi donne di oggi? Parte da qui Serena Dandini nel talk-show “La città delle donne”, l’evento che inaugurerà la seconda edizione de L’Eredità delle Donne, il 4 ottobre, al Teatro della Pergola (ore 21, ingresso libero, su prenotazione). Una serata per raccontare le città pensate dalle grandi donne di oggi con protagoniste sul palco la giornalista Concita De Gregorio; la sindaca di Ancona Valeria Mancinelli, eletta miglior sindaco del mondo nel 2018; Valentina Sumini, architetta spaziale; Maria Pia Ercolini, presidente dell’associazione Toponomastica femminile e Doriana Mandrelli Fuksas, una delle architette italiane più conosciute nel mondo. Due le voci internazionali presenti: quella della sindaca di Barcellona Ada Colau e quella di Souad Abderrahim, sindaca Tunisi. In apertura i saluti di Dario Nardella, sindaco di Firenze e Luigi Salvadori, Presidente CR Firenze.

La prima giornata del festival presenta in programma lo spettacolo “Con gli occhi di Artemisia. Ritratto di Artemisia Gentileschi”, sulla vita e le opere di Artemisia Gentileschi, la celebre pittrice italiana del Seicento vittima di violenza, messo in scena da alcuni allievi della scuola IISS Piero Calamandrei di Sesto Fiorentino e rappresentato dalle 10 alle 12 all’auditorium Cosimo Ridolfi (Firenze, via Carlo Magno 7).

Il festival sarà anticipato, giovedì 3 ottobre, dall’evento “Altre narrative” al Gucci Garden (piazza della Signoria, 10; ore 19 a ingresso libero, fino a esaurimento posti), con la proiezione di un video dell’artista Ketty La Rocca e con una conversazione a più voci sul processo creativo.Nel Cinema da Camera della Gucci Garden Galleria verrà proiettato il video “Appendice per una supplica” di Ketty La Rocca (1938-1976), presentato alla Biennale Arte di Venezia nel 1972 nella sezione Performance e Videotape. Importante esponente della neoavanguardia italiana, Ketty La Rocca nel suo percorso artistico ha coniugato l’utilizzo di tecniche innovative con un linguaggio originale impiegando varie forme espressive (video, fotografia, arti visive, poesia e performance). Le sue opere sono conservate nelle collezioni di importanti istituzioni museali come il Centre Pompidou, gli Uffizi e il Museum of Modern Art .Durante i giorni del festival, l’ingresso alla Gucci Garden Galleria e al Cinema da Camera sarà gratuito per tutte le donne.In concomitanza con la proiezione avrà luogo una conversazione tra: Livia Carpenzano, artista e illustratrice; Mariuccia Casadio, critica d’arte attiva in ambito editoriale e curatoriale; Maria Luisa Frisa, curatrice della Gucci Garden Galleria; Alessandra Mammì, storica dell’arte e giornalista.

Quest’anno in Piazza della Repubblica, sino al 6 ottobre, sarà presente un info-point (orario 9-13 14-18) decorato dal fantomatico street artist “LeDiesis”, celebre per le sue Superwomen, uno spazio interattivo dove sarà possibile anche scoprire “Donne all’ultimo grido”, progetto d’ascolto che si propone di raccogliere gli urli in una virtuale “urloteca”.

Abiti, arazzi e stoffe realizzate al telaio a mano, ma anche libri d'artista e tappeti. Per il secondo anno consecutivo, dal 5 al 10 ottobre, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea ospita la mostra di fine anno del Master in Textile - Creazione di Tessuti d'arte, un progetto didattico dell’Accademia di Belle Arti in collaborazione con la Fondazione Arte della Seta Lisio di Firenze. La mostra, dal titolo Di stoffa in stoffa, è curata dai docenti Giandomenico Semeraro e Paola Bitelli ed è inserita nel ricco cartellone di eventi previsti nell'ambito della seconda edizione del festival. I lavori esposti sono il risultato del percorso di ricerca artistica sul tessile di Lisa Fontana, Antonella D'Ippolito, Eleonora Angrilli, Hanna Prugger, Julia Galliez P.F.S. ed Elena Sueri, tutte allieve della seconda edizione del Master. L'inaugurazione della mostra è fissata per venerdì 4 ottobre, ore 15 (ingresso libero e gratuito). Previste visite guidate gratuite con le artiste sabato 5 ottobre sempre a partire dalle ore 15.

Gli appuntamenti del weekend al Museo Novecento

 Un fine settimana di incontri e performance al Museo Novecento, che apre le sue porte a quattro appuntamenti da segnare in calendario. Il 5 e 6 ottobre spazio a tre appuntamenti che rientrano nel calendario de L'Eredità delle donne. MUS.E è protagonista con ben 7 iniziative, alcune delle quali proposte al Museo Novecento. Il 5 ottobre dalle 10 alle 11:30 spazio a Empowerment con social media, evento che propone uno sguardo nuovo sui social. In questo incontro - a cui parteciperanno la ricercatrice di Oxford specializzata nei social Jasmine Anouna, l'autrice del best-seller Il Metodo Danese, Jessica Joelle Alexander e Silvia Dell’Acqua professionista dell’e-learning della Scuola di Governance Transnazionale di Firenze - si capirà perché i social sono strumenti fondamentali per lo sviluppo sociale, ed in particolare per l’empowerment di comunità emarginate, soprattutto in base a razza, religione, genere e sessualità.

Il 6 ottobre, alle ore 15 e 16.30, MUS.E organizza una doppia visita guidata dal titolo Ritratti femminili. Conversazioni intorno ai dipinti della Raccolta Della Ragione. In un mondo prevalentemente maschile come quello della pratica artistica dei primi decenni del Novecento, l’attenzione dell’artista si appunta insistentemente sull’universo femminile. La Raccolta Alberto Della Ragione, nucleo fondante del Museo Novecento, è rappresentativa di questo interesse offrendo al pubblico un’ampia gamma di volti e corpi delle donne – madri, sorelle, compagne, colleghe, amiche, sconosciute – che a vario titolo hanno ispirato il lavoro degli artisti. La visita-conversazione si concentrerà proprio su queste silenziose e assorte presenze, tra sensualità e creazione, trasformazioni di gusti e convenzioni sociali. (Visite guidate gratuite con prenotazione obbligatoria: tel 055-2768224 e 055-2768558, info@muse.comune.fi.it )

Nella giornata del 6 ottobre, dalle 17:30 alle 19:30 sarà il momento di La femminilità in arte e in psicoanalisi, conferenza nella Sala Cinema (organizzata in collaborazione con JONAS Firenze) che vedrà prima l'intervento di Sergio Risaliti, direttore del Museo, intitolato La maternità nell’arte e a seguire quello di Ilaria Innocenti che avrà come tema La femminilità ambivalente (Per info e prenotazioni contattare Jonas Firenze: tel 3391643340, mail firenze@jonasonlus.it).

Infine, ancora il 6 ottobre, dalle 11 alle 18 spazio a “Toccare all of the looks”, performance che “occuperà” il museo con le coreografie di Cristina Kristal Rizzo (i danzatori coinvolti sono Marta Bellu, Angela Burico, Giuseppe Vincent Giampino, Cristina Kristal Rizzo. Produzione CAB008 con il sostegno di Regione Toscana, MiBACT e Comune di Firenze). Cinque performance per cinque differenti spazi del museo a cinque orari diversi: alle 11 l'appuntamento è nelle sale che ospitano la collezione permanente al secondo piano, alle 12:30 nelle sale del primo piano dedicate alle mostre temporanee, alle 14 e alle 15:30 al piano terra, nella sala Duel e infine alle 17 a piano terra nella cappella attigua alla sala Duel. Ogni azione di danza coinvolgerà un gruppo di ballerini differenti in “un atto impersonale che ci libera dalla dittatura dell’io, del corpo organizzato ed efficiente. - spiega la coreografa -. Una fuoriuscita energetica che appartiene a tutti. Quando incontra la tecnologia del corpo, la danza ha la capacità di far emergere intensità o immagini fuori dal senso” (ciascuna performance durerà circa un'ora).

CONFCOMMERCIO OMAGGIA COSÌ LE DONNE DELLA STORIA FIORENTINA

La presentazione di un libro su una donna (Eleonora di Toledo) scritto da una donna (Francesca Rachel Valle), un seminario sul benessere psicologico femminile curato dalla psicoterapeuta Chiara Lazzarini, poi una serie di visite guidate che scandiranno le giornate di sabato 5 e domenica 6 ottobre per accompagnare il pubblico alla scoperta di Firenze attraverso alcune emblematiche figure di donne: spose, artiste, sante e poetesse. La Confcommercio partecipa così al festival “Eredità delle donne”. Le iniziative della Confcommercio sono ideate e realizzate in collaborazione con i gruppi Terziario Donna Confcommercio della Toscana e di Firenze e con l’associazione di guide turistiche Confguide Firenze.

Si parte venerdì 4 ottobre alle ore 18.00 nel caffè letterario delle Murate (in piazza delle Murate) con il reading-presentazione del libro “Eleonora de Toledo Sposa amata di Cosimo I de' Medici”, scritto dalla studiosa Francesca Rachel Valle ed edito da Pontecorboli. Ad intervistarla ci sarà la giornalista Claudia Pennucci, con l’intervento dell’attore Luca Bisaccioni per la lettura di alcuni brani del testo e di poesie rinascimentali. Eleonora, infatti, fra le donne più affascinanti del Cinquecento, fu anche scaltra imprenditrice, politica lungimirante, mecenate di artiste e poetesse, donna colta ed emancipata capace di rivoluzionare il gusto all’interno della corte medicea.

Sabato 5 ottobre alle ore 10.00 nella sede della Confcommercio di Firenze (piazza Pietro Annigoni 9/D) il seminario su “Il benessere delle donne tra autostima, self efficacy e resilienza”, a cura della psicologa e psicoterapeuta Chiara Lazzarini, presidente di Terziario Donna Confcommercio Firenze. L’ingresso è libero.

Sono già sold out le visite guidate il cui ricavato sarà interamente devoluto all’Associazione “Il Lumicino” per il progetto “Filo di Arianna”, che offre sostegno psicologico alle donne colpite da lutto prenatale.

I primi due tour sono previsti per sabato 5 ottobre. Alle ore 11 quello dedicato ad “Artemisia Gentileschi. La pittura si fa donna” all’interno della Galleria degli Uffizi, a cura della guida turistica Maria Paola Migliosi, presidente di Confguide nazionale. Il ritrovo dei partecipanti (che dovranno munirsi in autonomia del biglietto per il museo) è fissato alle ore 10.45 all’ingresso n.3 della Galleria degli Uffizi. Alle ore 18 partirà invece dall’ingresso di Palazzo Medici Riccardi la visita “Le donne dei Medici”, passeggiata fiorentina assieme alla guida turistica Francesca Rachel Valle alla scoperta delle vite delle donne di casa Medici.

Domenica 6 ottobre sono in programma altre due visite guidate. Alle ore 15 quella dedicata a “Sante, poetesse, artiste e rivoluzionarie: storie di donne in Santa Croce”, una visita alle sepolture femminili della basilica francescana con la guida di Enrico Bartocci. Il ritrovo è fissato alle ore 14.45 presso la statua di Dante in piazza Santa Croce, ciascun partecipante dovrà essere munito del proprio biglietto d’ingresso al museo. A tal proposito si ricorda che l’ingresso alla basilica per i residenti nella città di Firenze e area metropolitana è gratuito.

Alle ore 15.30 il tour su “Le donne invisibili: assistenza e cura attraverso la storia di Firenze”, una passeggiata all'insegna delle tracce della storia di tante donne che hanno dato la loro vita alla cura e all'assistenza altrui, assieme alla guida turistica Katia Martinez.

Il festival “L’Eredità delle donne” si anima poi di un incredibilmente denso cartellone Off

San Salvi, luogo altro per eccellenza, non poteva non trovare casa uno spettacolo del progetto L’eredità delle Donne, sezione off. Così venerdì 4 e sabato 5 ottobre ore 19.30 va in scena la compagnia Teatro di confine con “Becoming women”, regia di Edmond Parubi, spettacolo a cura di Marcella Formenti e Benedetta Bronzini. L’ingresso costa solo 8 €, posti limitati, si consiglia la prenotazione: 340.2315740 | teatroconfine@libero.it. Sono in scena Susanna Cafissi, Benedetta Bronzini, Sonia Maio, Lucia Caccavo, Rossana Foti, Marcella Formenti, Virginia Cardinale e Edmond Parubi. Becoming Women” è un omaggio a tutte le donne, ai loro gesti quotidiani e ancestrali, al loro potenziale, al loro coraggio, alla linfa vitale che alloggia da sempre in loro e che si fa spazio nel caos dell’universo. In un mondo e in una società che da molto tempo sembra aver perduto se stessa e pare vagare in un labirinto di paure, inciampi ed incertezze, ancora una volta, ancora oggi, trovano il loro spazio le donne e il loro infinito coraggio. Esse sono schernite e derise per le loro fragilità, le loro mille pieghe e debolezze, ma proprio per questo anche temute, per la loro innata umanità e vitalità. Tutte le donne del mondo rappresentano l’unità vitale del cosmo, racchiudono in sé forza ed energie capaci di frangere i muri dell’omertà, del silenzio, dell’abbandono, dell’indifferenza, oggi come e più di ieri. Echeggiano voci e testimonianze di donne che hanno saputo cogliere e dirigere la loro forza, sconfiggere mali e ingiustizie attraverso il loro potenziale che la società in cui vivevano tendeva sempre a soggiogare.

Anche lo spettacolo “Con passo leggero”, dedicato alla cantante Marisa Sannia, in programma per sabato 5 ottobre, ore 21.00, presso il Teatro Affratellamento di Firenze, rientra nelle attività de “L’Eredità delle donne”. Promosso dall’Associazione Culturale Sardi in Toscana, sarà il momento per ricordare anche Gianna Deidda, interprete dello spettacolo, recentemente scomparsa.

Legamidarte parteciperà alla programmazione de L'Eredità delle donne OFF con lo spettacolo, Sogni di carbone, scritto e interpretato da Costanza Mascilli Migliorini sotto la regia di Daniele Lamuraglia. La rappresentazione si svolgerà il 5 ottobre ore 18 presso la ex Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini di Via Faenza 23. Prenotazioni obbligatorie e biglietto 10 euro, acquistabile mezz'ora prima delle evento presso la sede di svolgimento.

Sabato 5 ottobre alle ore 17, presso la sede della Scuola di Arte Culinaria “Cordon Bleu” (via Giuseppe Giusti, 7), si terrà la lezione - evento dal titolo "Le Cuciniere d'Italia dell'800, ricette di una cucina professionale al femminile", con cui l’accademia aderisce anche quest’anno al Festival " L'EREDITA' DELLE DONNE ", dove lo show cooking è inserito nell’ambito del calendario OFF. Il costo della lezione è di 40 euro, per iscriversi seguire la procedura sul sito del Cordon Bleu (visualizzabile al link Iscrizione al corso L'Eredità delle donne: 1- scegliere un corso; 2- contattare la segreteria ai numeri 055 2345468, 055 2260228; 3- compilare il form di contatto sul sito; 4- versare l’acconto concordato con la segreteria).

Ci sono i grandi temi di cui si occupa da anni l’associazione nelle proposte portate da Nosotras agli eventi del Circuito OFF de L’Eredità delle Donne. La lotta e il contrasto alle Mutilazioni Genitali Femminili. Il 4 ottobre sarà infatti occasione di presentazione ufficiale della recente pubblicazione promossa da Nosotras che ha ottenuto il patrocinio dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze “Un atlante di riferimento diagnostico e didattico per i professionisti della salute. Grazie al lavoro di anni dei dottori Lucrezia Catania, Jasmine Abdulcadir e Omar Abdulcadir è stato creato un manuale pratico che offre agli operatori sanitari preziosi strumenti per trattare le donne portatrici di MGF. E’ una pubblicazione che l’associazione ha voluto sostenere per tornare a rinnovare il proprio impegno a favore della formazione e preparazione di tutte quelle figure che si possano trovare a contatto con donne che provengono da paesi a tradizione escissoria per facilitare l’accesso al diritto alla salute e alla cura e sostenere la prevenzione della pratica. L’incontro si terrà presso la sede dell’Ordine dei Medici (dalle 10 alle 12 in via Vannini 15) ed è ad accesso gratuito ma solo su prenotazione (donnenosotras@gmail.com - 0552776326 in orario ufficio).

Open dialog

Powered by Aperion.it